Telepathic Advertising

TelepathyADV

Telepathy Advertising si presenta come la prima agenzia di comunicazione specializzata in tecniche extra-sensoriali, in grado di veicolare un messaggio pubblicitario direttamente nella mente dei potenziali clienti. Utilizzando le conoscenze di neuromarketing, le sue campagne promozionali sono orientate a indurre le stesse reazioni e le emozioni che si provano di fronte ad una pubblicità, utilizzando però la telepatia come infallibile strumento operativo. Il messaggio viene trasmesso dalla mente di un singolo telepate a quella d’uno specifico target definito geograficamente, il suo costrutto è definito da mono/stimoli polisensoriali che lavorano al livello del subconscio. Il progetto Telepathy Advertising anche se apparentemente surreale, non fa altro che spingere ai suoi limiti il concetto classico di pubblicità. Una campagna promozionale basata sulla telepatia ha infatti lo stesso obiettivo di qualsiasi messaggio promozionale: per influenzare atteggiamenti e comportamenti di acquisto, agendo a livello subconscio. Il progetto – tuttavia – solleva la questione del libero arbitrio a un livello metafisico superiore. Secondo l’agenzia, il destinatorio del messaggio non rimane certo interdetto, perché la ricezione di questo non disturba la concentrazione e perché l’interpretazione resta comunque aperta. Queste considerazioni sembrano rendere superflua la richiesta di consenso e la capacità di interrompere un’esperienza che coinvolgerà il ricevitore in maniera tattile, visiva e auditiva, per un tempo compreso tra 60 secondi e tre minuti. Proprio in questa apparente sottigliezza del messaggio si nasconde la minaccia. La sua invasività sta per colpire e affondare senza nemmeno essere percepito. Questa è l’apoteosi della comunicazione occulta e subliminale, finalizzata alla proliferazione dei desideri indotti a cui è applicata l’etichetta di coercizione.

Telepathy Advertising