Robert van Heumen – Fury

Robert von Heumen

CD – Creative Sources
Due le incisioni in questo progetto di Robert von Heumen, ‘Fury (after Anger)’, divisa a sua volta in quattro distinte tracce e ‘They Would Get Angry Sometimes’, la prima commissionata appositamente per il Sonic Circuit Festival di Washington, l’altra derivata da una performance alla Brown University di Rhode Island. La struttura ‘in progress’ ed un forte approccio concettuale sono evidenti in entrambi i lavori, un poco per l’aleatorietà delle forme sonore, comunque molto suggestive, impalpabili, decisive ma in qualche modo sottomesse alle dinamiche testuali, registrazioni che risalgono al 1940-1941 sulla vita degli immigrati nei campi della Farm Security Administration in California. Nelle intenzioni di von Heumen ‘Fury’ sarebbe funzionale ad una specifica investigazione sulle dinamiche primitive degli esseri umani, ‘la parte nascosta di noi che proviamo molto duro sopprimere o controllare’, operazione perfettamente riuscita per il senso d’inquietudine emanato, perfino senza perfettamente decifrare tutti i testi, che rimangono in sospensione fra droni, hum, buzz’n'crackle: sommessi fruscii e gliccerie dissonanti, splendidamente agiti in un crescendo di musica vibrante ma allo stesso tempo sfuggente, aspra, instabile.