Jason Kahn – Space Text Sound

spacetextsound

Editions, ISBN: 978-3033060722, English, 244 pages, 2017, Germany

“Come possono le parole comunicare l’impressione di un luogo”? Questo di solito è importante non solo per la nostra società, ma nello specifico per la sound art dove il materiale testuale è complesso. Jason Kahn (puoi leggere la sua intervista su Neural #55) pone grande attenzione al testo nelle sue installazioni, specialmente in quelle che possono essere catalogate come ‘site specifc’. Questo libro include il testo delle tre installazioni di Kahn: “An Attempt at Exhausting a Place in Hong Kong (After Perec)”, “Drifting” (both released in 2016), e “Other Ghosts” (in 2015). Qui confronta la pratica di ‘leggere attraverso le righe’ con “l’ascoltare attraverso i suoni”, poiché tutti i testi rafforzano i suoni descritti, ma, sorprendentemente, sono legittimi anche da soli. Quindi, evitando di definire classicamente tale libro come il “libretto” di queste installazioni, noi possiamo invece immergerci liberamente nel suono evocato dalle parole, paragonabile ad uno specifico tipo di poesia sonora. In maniera efficace attuano uno dei principali principi di Kahn: “trasmettere il senso di un luogo”. A suo giudizio non è solo una qualità estetica, ma politica, poiché una crescente consapevolezza dello spazio porta a maggiori possibilità di combattere l’alienazione e di aumentare la solidarietà. Inoltre, questo libro dovrebbe essere letto in relazione alla sua originale produzione (le installazioni), ma se dovesse essere trovato per caso, e se ne ignorassimo i suoi riferimenti, sarebbe lo stesso un’affascinante libro di poesia su suoni inaspettati, che descrive un’intera serie di accadimenti. Da solo può essere visto come una edizione musicale in parole.

 

  • Jason Kahn // For Voice
  •