Version02, festival cultura digitale radicale.

.art



18.04.02 Version02, festival cultura digitale radicale.


Si apre il 18 aprile al Museum of Contemporary Art di Chicago (USA) Version02, festival di cultura digitale radicale che centra la selezione degli artisti e le sue attività sui cosiddetti ‘digital commons’, una metafora per descrivere gli spazi pubblici usati per comunicare e distribuire idee e per condividere tool e risorse. Le opere affrontano la tecnologia per un suo uso tattico e creativo e i media digitali per creare strategie per il mantenimento e l’espansione degli spazi pubblici di comunicazione. I progetti di net art inseriti sono dodici: ‘After Sherrie Levine’ di Michael Mandiberg (vedi Scansioni di foto di altre foto.), ‘A-virtual-memorial’ di Wilfried Agricola de Cologne, un archivio di narrazione storica, ‘BuyOrBeware’ di Andrew Venell, storie quotidiane in spazi pubblici, ‘The Images Pillager’ di Ben Chang, un sampler del rumore bianco delle immagini in rete, ‘User Empathy Engine v.2.0′ di TENbyTEN, sulla collezione di dati personali da parte del marketing, Self-Portrait di Brooke Singer (vedi Self-Portrait (v2.0).) Borderhack di Fran Ilich (vedi Borderhack online exhibition.), ‘Things may have never known’ di Trevor Paglen, che spaccia film underground per campioni di botteghino su Gnutella, ‘The Church of Software’ dell’italiano Carlo Zanni (vedi Net art italiana: i paesaggi della chiesa del software.), ‘Newzoid’ di Daniel Young (vedi Falsi titoloni autogenerati.), ‘Space Navigable Music’ dei LAB[au], sui concetti di spazio e tempo applicati attraverso il suono alla terza dimensione, e ‘Sodaplay’, le curiose creature animate filiformi, creabili e modificabili dall’utente. Fra i dibattiti ‘The Work of Art in the Age of Convergence’ con Eduardo Kac e Miltos Manetas, ‘Who’s the Tool?’ con Paul B. Davis, Cory Arcangel, John Dekam e Rob Ray, ‘Naked Apprehensions of Technology’ con Katherine Behar, Steve Dietz, Tiffany Holmes e Dan Sandinn, ‘Alt.Media’ con Stephen Marshall (Guerrilla News Network), Sander Hicks (Soft Skull Press), Rachel Rinaldo (Indymedia Newsreel) e Paul Dechene and Dave Niddrie (Adbusters), numerosi workshop, fra cui uno dell’Institute for Applied Autonomy, e un altro, ‘Tactical Gizmology’ curato dai Critical Art Ensemble e Beatriz da Costa. Per finire, oltre ad un fitto programma di cortometraggi, una retrospettiva dei Negativland Films a cura di Mark Hosler, e un live audio-visuale degli Hexstatic (Ninja Tune), sarà effettuato anche il ’2002 Beige World Cassette Jockey Championship’, l’unica competizione per dj che utilizzano le cassette (‘cj’, cassette jockey).