Brandon LaBelle, Acoustic Territories: Sound Culture and Everyday Life

Brandon LaBelle

Continuum, ISBN-13: 978-1441161369, 304 pages, 2010, English
Questo libro è una ricerca sulla “vita uditiva,” esplorando la quotidiana pratica dell’ascolto e sulla possibile influenza degli studi uditivi sull’interpretazione della società. Suddiviso sistematicamente in capitoli che riflettono specifici ambienti acustici urbani (metropolitana, casa, marciapiedi, strade, centri commerciali, cielo) il testo indaga ampiamente abitudini, pratiche, tattiche, miti, convenzioni che possono dar vita a elementi che colpiscono il nostro udito, e anche come il nostro aggirarci in diversi habitat influisce sul piano fonetico. Poi viene realizzata una mappatura interdisciplinare e culturale della topologia della città, attingendo dalla storia così come dagli studi sulla street art, sull’architettura e sui suoni, analizzando approfonditamente concetti popolari e semplicistici come l’”inquinamento acustico”. Le pratiche artistiche sono integrate nel discorso per il loro valore di mettere in discussione la vita quotidiana nei suoi schemi, descrivendo il più complesso rapporto dinamico e reciprocamente influente tra suono e società. LaBelle compila qui alcuni “itinerari” di dominio acustico, dove il paesaggio sonoro abituale e potenziale viene definito negli spazi familiari così come nei suoni più inusuali o appositamente generati o emessi. Ogni capitolo inizia con una citazione da un famoso gruppo o compositore e poi sviluppa il suo percorso, offrendo una visione coinvolgente degli spazi quotidiani, che rischia di incidere in maniera consistente su come il lettore sperimenta questi luoghi. La prospettiva finale è quella di un universo acustico di piccole dimensioni (dal sottosuolo al cielo), che è pulsante di vita e opportunità percettive. Il libro è molto informativo, un lavoro fondamentale nella ricerca sonora.