Studio Azzurro



Studio Azzurro e' un ambito di produzione video e di ricerca artistica nato a Milano nel 1982, dal sodalizio di tre persone: Fabio Cirifino (fotografia), Paolo Rosa (arti visive e cinema) e Leonardo Sangiorgi (grafica e animazione).

Alla meta' degli anni '80 risale la collaborazione con Giorgio Barberio Corsetti, con cui viene progettata la prima opera-video Prologo a Diario segreto contraffatto, e successivamente La camera astratta, commissionata per l'inaugurazione di 'Documenta 8' a Kassel e 'Premio Ubu 88' per il teatro di ricerca.
Prosegue nel frattempo anche l'attivita' cinematografica.
Con le videoambientazioni Visit to Pompei (Biennale di Nagoya '91), Il giardino delle cose (Triennale di Milano '92) e il Viaggio, lo Studio si occupa di una sperimentazione legata all'uso di telecamere agli infrarossi e ai raggi X.
Tra la fine del 1992 e il 1993 viene allestita alla Fondazione Mudima di Milano l'esposizione 'Videoambienti 1982-1992'.
Recentemente sono stati realizzati: lo spettacolo Ultima forma di liberta'. Il silenzio (1993) per le 'Orestiadi' di Gibellina, la videoinstallazione Il giardino dei colori ('Paint-Show '94', Tokio) e il cortometraggio Dov'e' Yankel? per l'Istituto Luce.
Nel 1995, oltre a 'Tavoli' per la Triennale di Milano, viene allestita l'installazione interattiva 'Coro' commissionata dalla Mediateca del Cinema Indipendente Italiano della Cittą di Torino.


Associazione Culturale Multilink
Connessione Internet a cura di Rete Pandora.

Torna alla Virtual Light home page