Mario Sasso
La citta' visionica

E' il 'Grande Vecchio' della grafica televisiva italiana, uno dei pochi esempi di artista totale, erede delle tensioni progettuali delle Avanguardie del nostro secolo. Tutta la su attivita' e' infatti la testimonianza inverata di un tentativo di infiltrazione dell'arte nel sociale, di riqualificazione estetica della realta' quotidiana.
Nato come pittore, fin dalla fine degli anni '50 Mario Sasso ha plasmato il nostro immaginario visivo con l'ideazione dei principale palinsesti grafici della RAI: dalle lontane sigle di 'Telescuola' e 'Non Ć mai troppo tardi' alle piŁ recenti 'Grandi Mostre' e 'TG3'.
Impossibile un elenco anche parziale dei suoi interventi. Basti citare, tra tutti, il grande progetto RAISAT (1990-1993), premiato al Festival Ars Elettronica di Linz, per il quale sono stati messi a confronto artisti, grafici, autori, giornalisti, in un libero esperimento modernista di convergenza di energie creative. Questo bisogno di comunicazione allargata, contraddistingue del resto anche i lavori che Sasso produce per proprio conto. Installazioni multimediali in cui l'immaterialitł istantanea dell'elettronica convive con i tempi dilatati della pittura, in un bombardamento percettivo che restituisce al fruitore ritmi e inquietudini della nostra condizione urbana.(a.m.)



La relazione tra la telecamera e il pubblico; l'interattivita' tra la telecamera, il pubblico che visita la mostra, il flusso generico delle immagini televisive e il piccolo monitor a cristalli liquidi nel tracciato della metafora urbana, mi interessa moltissimo, ma non da un punto di vista tecnologico. La tecnica - le nuove tecniche - servono per comunicare, per aiutarci a comunicare meglio.
L'interattivita' tra le persone realizzata per mezzo delle nuove tecnologie e' il futuro sia dell'arte che della comunicazione; e a me interessa conoscerne il linguaggio, come di tutte le tecniche artistiche tuttavia, se questo mi aiuta a comunicare con gli altri di piu' e in modo piu' efficace...
In questo senso, provocare con l'opera o con l'installazione una reazione della gente, e coglierne immediatamente gli effetti, e' magnifico.
Mario Sasso


Associazione Culturale Multilink
Connessione Internet a cura di Rete Pandora.

Torna alla Virtual Light home page